Ginecomastia – Riduzione del seno maschile2021-05-28T14:34:26+00:00

Intervento di chirurgia www.pornfuck24.comestetica ginecomastia a partire da € 1.300

GINECOMASTIA – RIDUZIONE DEL SENO MASCHILE

intervento di ginecomastia

Seno maschile? Il 70% delle donne italiane ha dichiarato di trovare poco virili gli uomini interessati da ginecomastia – Fonte Cosmopolitan

Obesità, disturbi ormonali ed un aumento insolito della ghiandola mammaria possono causare l’inestetismo della ginecomastia (seno maschile), problematica sempre più diffusa ogni giorno. Per fortuna oggi è possibile ritrovare la virilità smarrita grazie ad un intervento di chirurgia plastica di riduzione del seno maschile ed una tonificazione del petto.

Cos’è la ginecomastia?

La ginecomastia può essere trattata efficacemente attraverso un’asportazione chirurgica di tessuto mammario, adiposo e cute in eccesso, donando al torace un aspetto più tonico.

Quando è consigliato la riduzione del seno maschile?

Come già anticipato l’inestetismo del seno cadente nell’uomo può essere causato da molteplici fattori, come:

  • Squilibri ormonali;
  • Obesità;
  • Disturbi ormonali;
  • Sindrome di Klinefelter;
  • Assunzione forzata di gastroprotettori e di farmaci antitumorali;
  • Disturbi del testosterone;
  • Trattamento anti-androgenico prolungato
  • Cure a base di progestinici ed estrogeni

In tutti questi casi per correggere l’ipertrofia della ghiandola mammaria maschile è necessario eseguire un intervento chirurgico di riduzione del seno (ginecomastia)

I benefici dell’intervento di ginecomastia

Gli interventi di ginecomastia vera e falsa hanno in comune la scarsa invasività. Vantaggi?

  • Cicatrice poco visibile – grazie all’invasività minima del laser e al breve tratto del perimetro areolare su cui viene eseguita l’incisione, la cicatrice è quasi invisibile ad occhio nudo.
  • Recupero immediato – l’invasività minima del laser permette anche un recupero post operatorio immediato: dopo 2-3 ore dall’intervento il paziente potrà tornare a casa. 3-4 giorni dopo l’intervento di riduzione del seno maschile il paziente può tornare a svolgere le proprie attività quotidiane, a patto di evitare gli sforzi eccessivi. Dopo 7-10 giorni può riprendere l’attività sportiva.

Preparazione all’intervento di ginecomastia

Nel corso della visita pre-operatoria il chirurgo valuta le condizioni fisiche del paziente, forma e dimensioni di seno, capezzolo ed areola fornendogli specifiche mediche sull’intervento chirurgico, istruzioni precise sul tipo di alimentazione da intrattenere ed eventuali precauzioni (limitazione di alcolici, farmaci, sigarette) pre e post intervento.

L’intervento di ginecomastia

Le tecniche più utilizzate sono due, come le diverse problematiche di ginecomastia:

  • Ginecomastia vera – se l’eccesivo sviluppo della ghiandola mammaria ha causato un rigonfiamento delle mammelle tale da dare l’idea di un seno femminile, il chirurgo andrà ad eliminare in modo definitivo la porzione ghiandolare eseguendo una piccola incisione nascosta dietro al capezzolo. Vantaggi? Rapidità, cicatrice poco visibile e recupero immediato, risultati ottenibili grazie alla bassa invasività del laser utilizzato durante l’intervento.
  • Ginecomastia falsa – se la ghiandola mammellare risulta evidente a causa di un eccesso di grasso, il chirurgo plastico eseguirà una mini liposuzione nell’area dei pettorali per risolvere definitivamente il problema eseguendo delle piccoli incisioni ai lati del torace per poi inserire delle sottili cannule all’interno dell’accumulo di grasso, per poi eseguire delle piccole suture ed infine il bendaggio del torace.

I tempi di guarigione della ginecomastia

  • Sintomi – per i primi 14 giorni dall’intervento il paziente potrebbe rilevare piccoli gonfiori e fastidi, facilmente risolvibili con l’applicazione di bendaggi elastici.
  • Recupero – per i primi 2 giorni post-intervento, il paziente deve osservare un periodo di riposo. Trascorsi 3 giorni dall’intervento il paziente può riprendere le attività quotidiane, rinunciando però agli sforzi eccessivi. Dopo 7-10 giorni può riprendere l’attività sportiva.
  • Esposizione solare – non è possibile esporre la cicatrice ai raggi solari fin quando non diventerà chiara, tuttavia, è fortemente consigliato consultare lo specialista e applicare uno schermo solare totale al fine di evitare l’eventuale comparsa di macchie cutanee.

Risultati della ginecomastia

Un petto maschile e tonico* privo degli antiestetici rigonfiamenti della ghiandola mammaria, causa dell’antiestetico seno cadente.

Il risultato sarà subito evidente, tuttavia bisogna attendere la rimozione del bendaggio per apprezzare in toto gli effetti positivi dell’operazione di ginecomastia.

Dopo 4 – 5 mesi dall’intervento di riduzione del seno sarà possibile ammirare il risultato definitivo.

*L’intervento di ginecomastia attraverso il modellamento dei tessuti consente di eliminare il tessuto ghiandolare in eccesso nella zona mammaria e non di ottenere pettorali muscolosi, risultato che può essere ottenuto solo con esercizi fisici mirati.

Serve aiuto?

Chiama il numero 800 976 555

o scrivi

Ciao, come posso aiutarti?